OSPITI

Stefano Amati 

Psicologo e psicoterapeuta, da 25 anni si occupa di adolescenti e giovani adulti con disagio psichico e loro famiglie. Socio della cooperativa sociale Rifornimento in Volo, socio Arpad (Associazione Romana per la Psicoterapia psicoanalitica dell’ Adolescente e del giovane adulto), supervisore e coordinatore di interventi clinici rivolti ad adolescenti con disagio psico-sociale in rete con il servizio pubblico nazionale.

Roberto Anglisani

(Taranto 1955), attore, formatore e regista.

Nel 1977 incontra la Comuna Baires . Nel 1980 l’incontro con Raul Manso segna il vero inizio della sua formazione teatrale specifica. Nel 1985 studia  e lavora con Dominic De Fazio (Actor’s  Studio, N.Y.). Intorno alla metà degli anni 80 incontra Marco Baliani e trova nel linguaggio della narrazione teatrale la possibilità di mettere a frutto le esperienze fatte durante la sua formazione.

Anglisani dà vita ad una narrazione teatrale che ricorda il cinema. Le sue parole, i suoi gesti evocano nello spettatore immagini tanto concrete da poter essere paragonate ad un film.

E’ presente  in svariate produzioni e collabora con lo stesso Baliani al progetto “Storie”, e con lui è in scena in “Francesco a testa in giù”. Dal 1986 al 2011 ha vinto numerosi premi sia come attore che come regista, tra cui quello di miglior attore con “Piccoli Angeli” e “Giungla” spettacolo  vincitore del premio Enriquez come miglior spettacolo di impegno civile per ragazzi nel 2011.

Da anni collabora con il Teatro d’Aosta.

Valerio Corzani 

È musicista, autore e conduttore radiofonico, giornalista e fotografo. Scrive di musica per Il Manifesto, Alias, Il Giornale della Musica, Art Tribune e molti altri magazine. Per Lonely Planet realizza reportage di viaggio e cura la rubrica “Soundscapes”, mentre il magazine online Blogfoolk gli ha affidato una rubrica di ritratti fotografici (Corzani Airlines)

Le sue foto sono state acquisite dai cataloghi di Getty Images e Eyeem e pubblicate in diverse riviste italiane ed europee. A partire dal 2018 ha presentato la sua prima mostra fotografica “Black People in a White World” allestendola in cinque città diverse: Roma (Spazio 44), Trieste (Knulp), Torino (Jazzclub) e Bagno di Romagna (Palazzo del Capitano), Fasano (Chiostro dei minori osservanti). Nel 2020 ha realizzato altre due mostre: “Altrove”, un tracciato che ripercorrere i suoi reportage in giro per il mondo, e “Geometria dell’incanto”, itinerario nella bellezza italiana commissionata dall’Istituto Cultura Italiana di Monaco di Baviera. Nella primavera 2021 “Geometria dell’incanto” è diventata anche un libro fotografico edito da Treccani.

Collabora dalla metà degli anni ’80 con RadioRai nelle vesti di autore, regista e conduttore. Attualmente è uno degli ideatori, conduttori e autori de “L’idealista”, “Sei Gradi”, “File Urbani”, “La musica tra le righe”, “Vite che non sono la tua” nonché consulente musicale di “Pagina3”, “Fahrenheit”, “Wikiradio”, “A3”, “La notte di Radio3”, “Pantagruel”…tutte trasmissioni di Radio3. Per la Rete Due della Radio Svizzera Italiana ha ideato e presenta insieme a Sergio Albertoni il rotocalco musicale “Babilonia” e per la stessa rete ha presentato molti altri programmi e recensisce le novità discografiche del programma “ReteDueCinque”.

Come musicista è stato il bassista dei Mau Mau dal 1992 al 1997, il co-leader dei Mazapegul e de Gli Ex, il produttore e l’autore testi dei Daunbailò.

Oggi guida il progetto elettronico Interiors insieme ad Erica Scherl, Shuttle con Gianfranco de Franco e la Scherl, il combo world-reggae Caracas insieme a Stefano Saletti. Nel corso della sua attività di musicista ha suonato tra gli altri con Marc Ribot, Roy Paci, Jimmy Villotti, Gabriele Mirabassi, Maria Pia De Vito, Dodi Moscati, Andy J. Forest, Gabriella Ferri, Peppe Voltarelli, Simone Zanchini, Riccardo Tesi, Antonio Infantino, Teresa De Sio, Mauro Ottolini, Boris Savoldelli, Dead Cat In A Bag, Emidio Clementi, Luigi Cinque, Petra Magoni, Antonello Salis, Riccardo Fassi, Canio Loguercio, Badara Seck, Antonio Gramentieri.

Rosaria De Cicco

Nata a Napoli, inizia a recitare a teatro affiancando artisti come Nello Mascia e registi come Ugo Gregoretti. Nel 2000 conosce Ferzan Özpetek, che le affida ruoli in film di successo come Le fate ignoranti (2001), La finestra di fronte (2003) e Un giorno perfetto (2008), e la vuole inoltre testimonial di uno spot pubblicitario. Antonio Capuano le affida il ruolo di co-protagonista al fianco di Valeria Golino nel film La guerra di Mario. Paolo Sorrentino la sceglie per il film L’uomo in più. Renzo Arbore, invece, la vuole nel suo programma Speciale per me, ovvero meno siamo meglio stiamo. Dal 1996 inizia a lavorare come coach nella soap Un posto al sole, dove successivamente interpreta i due ruoli di Vera e di Aida. Parallelamente all’attività di attrice, Rosaria coltiva la sua vena comica, vicendo il Premio Charlot al Festival Nazionale del Cabaret in Rosa di Torino. Tra i lavori principali in teatro Novecento Napoletano, L’anno del pensiero magico, Viviani per strada, I giorni dell’abbandono.  

Sandro Di Castro

Nasce a Roma il 6 giugno 1960. Coniugato, dopo aver frequentato la  facoltà di lettere classiche all’Università La Sapienza di Roma dal 1974 frequenta i corsi dell’Istituto Superiore di studi ebraici. Ha sviluppato nel corso della sua vita professionale significative esperienze nella gestione aziendale e delle organizzazioni complesse con particolare riferimento ai settori dell’import export, dello sviluppo delle relazioni commerciali, del management e del public affairs. Quest’ultima attività viene sviluppata in particolar modo  in coerenza alla forte passione civile, alla competenza nelle tecniche negoziali e comunicative,  che lo porta a distinguersi per il conferimento e l’espletamento di importanti incarichi in ambito pubblico e privato. In tal senso si menzionano: fondatore del Tempio dei Giovani (1985), la Presidenza della Comunità Ebraica di Roma (1997-2000), la Presidenza del Benè Berith (Associazione ebraica internazionale dal 2004),incarichi prestigiosi alle prime due edizioni del festival del cinema di Roma (2006/7), la Vicepresidenza di Altaroma (2007-2011), la Direzione delle relazioni esterne di varie aziende.

Allo stato attuale svolge attività di consulente quale esperto di relazioni istituzionali a favore di organizzazioni profit e non profit in ambito nazionale ed internazionale , presidente di Conflavoro P.M.I. Roma e Lazio.

Barbara Eramo

Cantante ed autrice, è nata a Taranto ed è romana d’adozione.

Negli anni ’90 collabora con Claudio Passavanti nel duo Eramo & Passavanti (produzione artistica di Bungaro) con il quale vince il premio della critica nella sezione giovani del Festival di Sanremo 1998, il Premio Afi e il “Premio Volare” per la migliore esibizione del festival assegnato da Michael Nyman, presidente della giuria. In seguito esce l’album “Oro e Ruggine” con la partecipazione di Ivan Lins.

Ha collaborato con: Luis Bacalov per il film “Milonga”; con Pivio& Aldo De Scalzi – piu volte premiati ai David di Donatello – per colonne sonore di cinema e televisione (El Alamein, Distretto di Polizia, Il filo invisibile  ecc ecc ) ; con Andrea Guerra nel film tv “Santa Barbara” e Paolo Bonvino per le fiction “Tutto può succedere” e “Sotto copertura” ; ha composto ed interpretato alcuni brani insieme a Stefano Saletti per la fiction “Un Matrimonio” di Pupi Avati e con Emanuele Bossi per la serie “L’Isola di Pietro” con Rocco De Rosa nel disco “Trammari”; con Mike Mainieri nel progetto “Leucasia”.

Ha cantato nella colonna sonora firmata dal Premio Oscar Alexandre Despalt del film Tale of Tales di Matteo Garrone.

Nel 2003 è stata protagonista del Musical I Dieci Comandamenti nel ruolo di Sephora ( produzione italiana dei Fratelli De Angelis, regia Emile Chourachi )

Nel 2010 è uscito il suo Cd “Oriental Night Fever” realizzato insieme al musicista produttore francese Hector Zazou e a Stefano Saletti e distribuito dalla Naive / Materiali Sonori ed il singolo “I feel Love” nella prestigiosa collana Buddha Bar 

Con Piccola Banda Ikona di Stefano Saletti, realizza i cd “Marea cu sarea” , “Folkpolitik” e “Soundcity” ed effettua tournèe in Italia e all’estero, prendendo parte anche agli spettacoli teatrali “Il dolce canto degli dei” con Giancarlo Giannini e “Iliade l’aspra contesa” di Piero Maccarinelli con Massimo Popolizio Umberto Orsini e Manuela Mandracchia.

Sempre in teatro canta nel “Satyricon” con Giorgio Albertazzi e Michele Placido; scrive le musiche insieme a Laura Inserra per lo spettacolo di danza “Uzume” di Mariagrazia Sarandrea; Canta nei reading di Pamela Villoresi “Mitiche Donne”; con Massimo Popolizio in “Pilato” da il maestro e Margherita e “La caduta di troia ” da Eneide II libro ; con Edoardo Sylos Labini in Rum & Wodka. 

Ha cantato nello spettacolo di Nicola Piovani “Concerto fotogramma” ed è solista nei concerti sinfonici “Piovani dirige Piovani”. 

Canta nella compagnia di teatro urbano Kitonb regia di Angelo Bonello esibendosi in  diversi paesi d’Europa e all’evento al Circo Massimo per il  Capodanno di Roma 2018.

Nel 2008 è uscito il suo album solista “In Trasparenza” che contiene brani scritti da lei con la preziosa collaborazione di cantautori quali Alessio Bonomo, Diana Tejera e Fausto Mesolella ( Avion Travel ) . 

Nel 2014 pubblica “Emily”, un concept album di sue composizioni su poesie di Emily Dickinson 

Il 26 Maggio 2020 è stato pubblicato il terzo disco solista dal titolo “Emisferi”.

Elisabetta Fiorito

Laurea in inglese e master in giornalismo, Elisabetta Fiorito è cronista parlamentare per Radio24-Ilsole24ore dalla sua fondazione. Ha svolto il praticantato in Canada, al Corriere Canadese, ha lavorato all’Ansa, all’Alto Adige, a Cnr Radio e a Radio Capital. Professionista dal ’96, ha condotto programmi radiofonici come La Quota Rosa, Cartellone, Summertime e Ma cos’è quest’estate, sempre su Radio24. È anche scrittrice, ha pubblicato il romanzo Carciofi alla Giudia nel 2017 con Mondadori. Per il teatro ha vinto il premio Fersen per la drammaturgia nel 2016 e ha partecipato al Wundersummer di Napoli con monologhi e pièce teatrali tratte dal suo ultimo libro Amori e pandemie edito dal Sole 24 ore nel 2021. Referendum pandemico è un racconto di questi. Collabora da vari anni con Rosaria De Cicco per pièce e monologhi. Sarà al Campania Teatro Festival con un nuovo testo “Le Talebane”, diretto da Annamaria Russo.

Matti Friedman

Collabora con il New York Times ed è stato corrispondente da Israele, dal Libano, dal Marocco e da Mosca. Scrive per numerose riviste ed è considerato uno dei più grandi esperti di storia del Medio Oriente. Nato a Toronto, vive attualmente a Gerusalemme. Di lui la Casa Editrice Giuntina ha pubblicato Spie di nessun paese e Il canto del fuoco.

Fabrizio Iaccarino 

È responsabile degli Affari istituzionali centrali di Enel Italia, ruolo in cui cura i rapporti con il Parlamento, il Governo, gli Enti ed i think tank nazionali, oltre a coordinare l’ufficio legislativo, finanza agevolata e permitting. Laureato in giurisprudenza presso l’Università La Sapienza di Roma, ha conseguito un master di II livello in diritto e tecnica dei contratti pubblici presso l’Università LUMSA, oltre ad un diploma di specializzazione in diritto internazionale nucleare presso l’Università di Montpellier II.Dopo una esperienza decennale prima come avvocato libero professionista e poi come legale d’azienda, è stato responsabile per l’energia dell’ufficio legislativo del Ministero dello sviluppo economico. Dopo una parentesi in SACE, entra in Enel, dove negli ultimi 10 anni ha conseguito crescenti responsabilità. Prima responsabile dei rapporti con il Governo, poi responsabile dei rapporti con Confindustria, le Associazioni datoriali delle PMI, dei consumatori ed ambientaliste, quindi responsabile degli Affari territoriali prima per i l Centro Italia e poi a livello nazionale, oltre che dei rapporti con la Protezione civile ed ANCI. Fino all’attuale incarico di responsabile degli affari istituzionali centrali di Enel Italia, nell’ambito della Funzione Sostenibilità ed Affari istituzionali.

 

Marco Loddo

Contrabbassista molto attivo in ambito jazzistico (Stefano Di Battista, Renzo Arbore, Enrico Pieranunzi, Steve Grossman, Maurizio Gianmarco, Fabrizio Bosso, Gabriele Coen, Anthony Wonsey. Romano Mussolini, Lino Patruno, Ben Sidran, Bobby Durham, Gegè Munari, Aldo Romano, Joy Garrison, Eddy Palermo, Fabio Zeppetella, Dado Moroni, Antonio Faraò, Massimo Nunzi Jazz Orchestra, Orchestra dell’auditorium parco della musica) e teatrale (Nicola Piovani, Germano Mazzocchetti, Michele Placido, Mariangela Melato, Sergio Rubini, Ennio Fantastichini, Paolo Triestino, Augusto Fornari. 

Yarona Pinhas

Nata ad Asmara in Eritrea da una famiglia originaria di Aden, nel 1975 si trasferisce in Israele dove si laurea in Linguistica e Storia dell’Arte presso l’Università Ebraica di Gerusalemme. Nello stesso periodo lavora nel Centro di Documentazione di Arte Ebraica, studiando oggetti di culto ebraici antichi e moderni, manoscritti, sinagoghe e collezioni private in Israele e nel mondo.

Negli anni ha preso forma il filo conduttore della sua ricerca personale, iniziata già in Israele dopo aver scoperto la disciplina della tradizione mistica ebraica nel dipartimento di Cabbalà dell’Università Ebraica: la riscoperta del significato e del valore del Femminile. Proprio la rielaborazione di un ciclo di conferenze su questo tema “Voci nel silenzio: le tredici figlie smarrite di Giacobbe”, tenuto al Centro Culturale Ebraico “Il Pitigliani” di Roma, diventa il nucleo del suo primo libro “La Saggezza Velata – il femminile nella Torà” (La Giuntina, 2004).

Nel 2017 pubblica “Le Lettere del Cielo: da Alef a Tav, dall’Infinito al finito” (La Giuntina), frutto di un’approfondita e lunga ricerca tra le fonti della Cabbalà, compresi testi difficilmente accessibili e mai tradotti. 

Attualmente vive a Londra e prosegue la sua attività editoriale, l’esegesi e l’insegnamento tenendo conferenze e seminari in occasione d’incontri di studio, manifestazioni culturali e iniziative di dialogo interreligioso ed interdisciplinare.

Francesco Poeti

È un chitarrista, compositore, studia presso il Saint Louis College of Music a Roma.

Frequenta corsi con i più importanti chitarristi del panorama internazionale quali Adam Rogers, Jim Hall, Mike Stern, Scott Henderson, Peter Bernstein e molti altri.

Nel 2001 vince la borsa di studio frequentando i corsi chiamati “we love jazz” tenuti tra gli altri da Kenny Barron e Peter Bernstein.

Partecipa a numerosi festival di jazz tra cui Umbria Jazz, Teano Jazz, Villa Celimontana, EcoJazz (Reggio Calabria), Rumori nell’ Isola (Ventotene),MinimumFax Live, AmbriaJazz e molti altri nelle principali città italiane.

Collabora con  Tony Scott, Nicola Stilo,Stefano di Battista, Alfredo Paixao, Stefano Cantini, Matt Renzi, Fabrizio Sferra e molti altri.

Suona nello spettacolo teatrale “Canto per Shatila” di L. Mezzanotte e compone parte delle musiche per il fil “Sangue” di L. de Rienzo. Nel 2011 partecipa alla trasmissione “Il senso della vita” con il quintetto di S.di Battista

Ha inciso su vari dischi e ne ha due usciti a suo nome: “Lost in g.r.a.” (con M.Renzi,V.Florio,A,Sciommeri) e “Emergentry”

Francesco Rutelli

Nato a Roma nel 1954, è oggi Presidente di ANICA (l’Associazione delle industrie del Cinema, Audiovisivo e Digitale); è Presidente di ANICA Academy; del Soft Power Club; della Fondazione Institute of European Democrats (Bruxelles); del Centro per un Futuro Sostenibile. Più volte parlamentare italiano ed europeo, è stato Vice Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro della Cultura. Primo sindaco di Roma eletto direttamente dai cittadini (1993-2001); per Roma ha creato su basi di volontariato la Scuola di Servizio Civico e Videocitta’, il Festival delle Immagini in Movimento. I suoi rapporti con la Comunità ebraica romana sono anche legati alla vicenda di suo nonno, Mario Gentili, “Giusto delle Nazioni” riconosciuto presso lo Yad Vashem. Il suo libro “Roma, Camminando” (Laterza) è alla 4a ristampa e da 5 settimane nelle classifiche dei libri italiani più venduti.